L’ “album per ritagli”

Inside Man, particolare del manifestoDopo alcuni mesi dall’ultima formattazione del portatile, la mia cache personale celata solo il nome di Scrapbook (l’estensione di Firefox che permette di salvare dei siti per intero) ha raggiunto delle dimensioni che non riesco più a controllare. Se do un occhiata alle ultime settimane, ci trovo ad esempio:

– RyanAir, le faq delle modifiche ed annullamenti. Se avete intenzione di prenotare un viaggio in aereo a prezzi convenienti (e magari non vedete l’ora visto che sono anni che viaggiate qui) ma non siete assolutamente sicuri del giorno in cui partire, non fatelo. Io stesso ho preso un volo a 62 euro per domani, ma poi ho deciso di rimandare la partenza al mese prossimo: considerando che per cambiare la prenotazione bisogna pagare altri 35 euro di tassa, e i voli del mese prossimo costano al massimo una ventina di euro, posso considerare i 62 euro della prima prenotazione come volatilizzati (ma non nel vero senso della parola, purtroppo). Che tonto imprudente…se quei soldi fossero rimasti nella già semivuota carta di credito sarebbero stati destinati, non so, almeno ad un acquisto congiunto del libro dello Zen Garden + “Gesù lava più bianco” + “Culture Jam”. O almeno ad un quarto dell’affitto. O per pagare quella videocamera che mi hanno venduto nel gennaio del 2004: “Guarda, ora non ho niente appresso…””Non fa niente, mi fido di te. Me li dai la prossima settimana.” “Ok…(Argh argh argh)” “Eh?” “Niente.”

– Ma quanto sta spopolando MySpace? Sembra che i giovani riescano ad apprezzare maggiormente dei siti così orrendi da compiere un giro intero ed apparire così dei capolavori. Mi sa che presto aprirò la mia pagina, però vorrei fare eccezione come quella di Mike Davidson.

-A proposito di siti brutti,non so se ricordate Wasted Web. (potrei riuscire a trovare nuovo materiale per la rubrica “I ragazzi degli anni ’90”)

– Ok, ho capito, voi andate sul più raffinato.

-Dopo qualche mese in cui il sito presentava dei misteriosi pixel del mistero, è online il nuovo sito di Flux:

FLUX è un progetto cross platform che, partendo dal sito, ti permette di creare, pubblicare e diffondere le tue opere, comunicare con altri users e dare inizio a un circolo ‘artistico’ che potrebbe finire in TV.
Cosa aspetti a metterti all’opera?

Beh, il problema è che quando sono ad Alghero il canale non si prende – e quando sono a Pisa, non ho la televisione.
In ogni caso, molto bella la grafica degli ultimi video dei Living Things e di Gomo.

– Mi piace anche moltissimo il manifesto (uno stile con qualcosa di futurista?) di Inside Man – forse è la prima volta che vedo dei crediti di un film rappresentati di sbilenco.

-Dopo alcuni mesi dalla loro pubblicazione, qualcuno ha preso quasi sul serio le mie fanta-quotazioni basate sui link di Technorati: Italia & 9Rules. Si tratta di Kartooner, che ricevuta la richiesta di acquisto del suo dominio da parte di qualcuno che voleva utilizzarlo per un nuovo film con Bruce Willis (eh già), ha proposto come offerta proprio la mia quotazione.
Peccato che si trattava di uno scherzo di Malarkey, fatto anche Jeremy Keith, che aveva più o meno intuito. Uff…niente carriera da analista blog-finanziario, ed io che speravo di recuperare in qualche modo i 62 euro.

– Gli enigmi (nel senso che non l’ho capita del tutto) della proprietà CSS di Microsoft HasLayout in “Investigating HasLayout“, “Simulations…“, ed il celebre “On Having Layout” (un titolo intraducibile), che contiene anche una ghiotta serie di link al suo interno. Degli stessi autori (tra i quali il già citato gatto italiano Brunildo) segnalo anche l’Acidic Float Test Suite, mentre del solo Ing Chao IE/Win: relatively positioned parent and floated child “disappearance”.

5 comments:

Lascia un commento


Archivio categorie

Here's the months' archive. The time is now, remember.