I ragazzi degli anni ’90

Tra l’altro, mi sono sempre chiesto: ma tutti questi blogger supercoool, l’hanno mai avuta una pagina su Geocities o Digiland? E se l’hanno avuta avrebbero il coraggio di farla vedere a tutti?

In un suo recente post, Cesare Lamanna si pone delle domande che credo vengano zittite nelle ricerche delle evoluzioni tecnologiche e sotterrate nei sottoboschi del social-networking : la riscoperta del proprio passato tamarro. la celata esistenza di siti che, risalenti ai primordi del web, sono ancora visitabili e studiabili.
A questo proposito, (alcune settimane fa, a dire il vero), avevo pensato di invitare la popolazione all’armarsi di badili Googleiani e dissotterrare quei siti che presentano diciture come “sito progettato nel novembre 1996? , “diritti riservati – 1994? o simili.
Perchè non si si tratta solo di siti non esteticamente perfetti o non usabili ma di quella che è
realmente la nostra storia e sarà quello che ci aspetta con i nostri figli che ci mostreranno proiezioni olografiche del proprio Io sotto forma di post 3d (su Sanremo, è ovvio).
So che questo resterà un grido nel deserto, però comincerei la prima serie de “I ragazzi degli anni 90? con:

Segnalate e fate segnalare. Intanto ora apro Altavista
e continuo.

(vedi anche:

)

11 comments:

Lascia un commento


Archivio categorie

Here's the months' archive. The time is now, remember.